Il Decreto BIM diventa legge

A partire da quest'anno risulta obbligatorio per le stazioni appaltanti di prevedere l’utilizzo del Building Information Modeling per tutti i lavori di importo superiore a cento milioni, in ottemperanza al decreto n. 560 del 1 dicembre 2017, ufficialmente pubblicato sul sito del MIT il 12 gennaio 2018. Il decreto, che stabilisce appunto le modalità e i tempi di progressiva introduzione  da parte delle stazioni appaltanti, delle amministrazioni concedenti e degli operatori economici dell’obbligatorietà dei metodi e degli strumenti elettronici come il BIM  nelle fasi di progettazione, costruzione e gestione delle opere e relative verifiche, fu firmato dall'allora Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Del Rio, in attuazione dell’articolo 23, comma 13, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, “Codice dei contratti pubblici”. In maniera progressiva, inoltre, fino al 2025 l’obbligo verrà esteso agli appalti di scaglioni di importo inferiori ai suddetti cento milioni, fino ad introdurre tale modalità in tutto il sistema dei lavori pubblici.

 

indietro

Vuoi costruire o ristrutturare casa?